Il coraggio di una donna

“Per quanto mi riguarda, continuare a stare accanto alla persona che amo, è una scelta attiva e non un’insulsa accettazione passiva della violenza. È una lotta ogni giorno e io posso dirlo.”

Al di là del Buco

Lei scrive:

Cara Eretica,

Ho letto gli ultimi post pubblicati su esperienze di violenza. E ho pensato di raccontarti la mia esperienza per aggiungere qualcosa in più alla questione.

il mio compagno, la persona che amo e con cui convivo, è affetto dal disturbo di personalità Borderline, diagnosticato in psichiatria dopo un TSO richiesto dalla madre.

View original post 1.105 altre parole

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: